Libri

L’assaggiatrice

15 luglio 2015
caponata siciliana

“L’Assaggiatrice” di Giuseppina Torregrossa è un libro che esprime un modo personale ed originale di vivere il cibo ed il tempo trascorso in cucina per preparare piatti tipici della tradizione siciliana da parte della protagonista e dei suoi ospiti, che spesso condividono con lei momenti raccolti e intimi intorno a qualche pietanza succulenta.

Intenso nella sua spontaneità e pieno di energia positiva, all’interno della putìa di Anciluzza, bottega di prodotti tipici siciliani aperta in seguito all’abbandono improvviso del marito e all’impellente necessità economica di mantenere le sue figlie, riemergono emozioni sepolte da tempo e nascono sensazioni ancora sconosciute, un luogo che unisce il bisogno di cambiamento e la voglia di dare una forte scossa alla propria quotidianità, mentre la convivialità dei suoi commensali permetterà ad Anciluzza di sentirsi finalmente donna, oltre che madre, moglie e casalinga, i ruoli austeri in cui è stata costretta per tanti anni.

Il romanzo è intercalato dalla descrizione di alcune ricette tipiche della cucina siciliana come cassatelle, pignoccata, caponata e sfinci di San Giuseppe, per i lettori più intraprendenti che abbiano voglia di preparare gli stessi piatti nella propria cucina.

Assittate cominciamo a mangiare in silenzio … La bottarga profuma di uomini, che qui sono tutti pescatori; i semi di finocchio fanno rumore sotto i denti; il cibo ha una consistenza croccante e dura, dai pomodori, all’insalata, al formaggio. La vita qui è dura. Molto lontana dalla morbidezza delle marmellate, delle salse, delle creme del continente, dove ogni cosa, cucinata e confusa insieme ad altre, perde le proprie caratteristiche individuali, fino a ingannare il palato di chi le assaggia, e a nascondere l’identità di chi le prepara.

 

Crediti fotografici: Juliet’s Belly

Articoli che potrebbero interessarti

Nessun commento

Rispondi