Alimentazione How-to

Come gestire il frigorifero per evitare sprechi

1 settembre 2015
gestire frigorifero

Si sa, rientrare dalle vacanze e trovare il frigorifero così tristemente vuoto non è mai una sensazione piacevole. Una delle prime cose da fare allora è la spesa, ma attenzione ad organizzare bene le scorte in frigo per evitare poi di dover buttare del cibo scaduto o andato a male.

Imparare a gestire bene il frigo è una valida arma per combattere quotidianamente tra le mura domestiche gli sprechi alimentari. Quante volte ci sarà capitato di trovare del formaggio completamente ammuffito o di scoprire che le mele sono ormai diventate nere! A me tantissime, e così ho cominciato a mettere in discussione il mio modo di (non) gestire il frigo.

A nessuno piace buttare il cibo, ecco allora qualche semplice consiglio per gestire al meglio il frigo ed evitare brutte sorprese.

Prima di tutto, bisogna sbarazzarsi di qualsiasi cosa che non sia più utilizzabile come cibo scaduto, contenitori e bottiglie vuote. Guadagneremo così spazio utile ed eviteremo cattivi odori.

Come sfruttare l’altezza dei ripiani come indice di differenziazione termica

La disposizione degli alimenti in frigo deve tener conto della temperatura di conservazione del cibo.

Sulle mensole più basse, che solitamente rappresentano il punto più freddo, metteremo il cibo crudo da consumare previa cottura, come:

  • carne
  • pollame
  • pesce

Sulle mensole più alte metteremo invece tutti gli alimenti che non richiedono cottura, cominciando col disporre sui ripiani centrali:

  • verdure cotte
  • affettati
  • avanzi
  • salse
  • prodotti da conservare in frigo dopo l’apertura

Destineremo invece ai ripiani superiori prodotti quali:

  • yogurt
  • formaggi
  • uova
  • affettati sottovuoto

In particolare, le uova vanno conservate nella loro confezione originale per evitare che il guscio poroso lasci passare gli odori forti del cibo. Per lo stesso motivo, è bene tenere le uova ben distanti dagli altri alimenti.

Lo sportello, che è la parte più calda del frigo, è invece idoneo per:

  • acqua
  • vino
  • latte
  • bibite varie

Useremo infine i cassetti per frutta e verdura. È bene evitare che la carne sia disposta nella parte più bassa del frigo. Spesso però i cassetti si trovano al di sotto dell’ultima mensola, con il rischio quindi che la carne possa contaminare la verdura fresca sottostante.

Come possiamo ovviare a questo problema?

Se disponiamo di due cassetti, possiamo usarne uno per frutta e verdura e l’altro per la carne (facendo attenzione e mettere sempre la carne nel cassetto più in basso, nel caso in cui i cassetti siano disposti uno sopra l’altro). Se invece abbiamo un solo cassetto a disposizione, o se abbiamo bisogno di entrambi i cassetti per conservare frutta e verdura, possiamo coprire la mensola dedicata alla carne con del telo protettivo in plastica in modo da non lasciar passare eventuali liquidi organici.

Nel dubbio, congelate!

Se vi siete accorti, una volta arrivati a casa, di aver comprato più verdura del dovuto, pensate a quale potrebbe essere il vostro menu settimanale, e congelate di conseguenza le verdure che non credete di consumare nel giro di pochi giorni. Eviterete così che vadano a male e di doverle quindi buttare.

Come gestire al meglio le scadenze?

Troppo spesso capita che alcuni prodotti finiscano nel dimenticatoio e quando ce ne ricordiamo è ormai troppo tardi. Per evitare che questo accada, è buona regola controllare sempre le scadenze e mettere in seconda fila gli alimenti a più lunga scadenza, mettendo invece in bella vista gli alimenti da consumare nel più breve tempo possibile.

Non tutti gli alimenti vanno conservati in frigo

Le abitudini sono dure a morire, è vero! Siamo abituati a conservare di tutto in frigo, ma in realtà non tutti gli alimenti hanno bisogno di refrigerazione, anzi è importante ricordarsi di tenere ben lontani dal frigo alcuni prodotti che a temperature basse possono andare a male prima del previsto.

You should never put bananas in the refrigerator

‘Non dovreste mai mettere le banane in frigo’. Così suggerisce lo spot originale Chiquita degli anni ’40. Troppo giovani per ricordare? Ecco il video! :)

Controllate quindi che nel vostro frigo non vi siano prodotti che non richiedono refrigerazione, come banane, patate, spezie e condimenti vari, salse e conserve non ancora aperte.

Commentate qui sotto se avete altri suggerimenti utili! :)

Articoli che potrebbero interessarti

Nessun commento

Rispondi