Alimentazione

La rubrica della salute: A come Aglio (Allium sativum)

2 giugno 2015
benefici aglio

Questo bulbo, proveniente dall’Asia centrale, è un alimento prezioso, condimento e pianta medicinale.

All’aglio vengono da sempre riconosciuti poteri terapeutici, specialmente nel combattere le infezioni, per ridurre la congestione nasale e alleviare i sintomi del raffreddore e problemi respiratori. Gli erboristi moderni lo usano perché tende a inibire la coagulazione del sangue, aiuta a prevenire le malattie coronariche, trombosi e ictus. L’aglio inoltre abbassa il livello degli zuccheri nel sangue, perciò può risultare utile nella cura del diabete.

All’interno dell’involucro di uno spicchio si nasconde un deposito di sostanze chimicamente attive. Gli spicchi intatti sono ricchi di una sostanza sulfurea inodore chiamata alliina. Quando questi vengono tagliati o schiacciati l’alliina si trasmorma in allicina che è direttamente responsabile degli effetti benefici sull’organismo, e possiede notevoli proprietà antibiotiche, antivirali e antifungine.

Centinaia di studi confermano che l’aglio funziona abbassando il livello di colesterolo nel sangue, agendo come antiossidante per proteggere i vasi sanguigni dai radicali liberi, riducendo i livelli di lipoproteine a bassa densità (LDL) nel sangue (aumentando di conseguenza la quantità di HDL), accrescendo il flusso di sangue verso i capillari, riducendo la tendenza del sangue a coagulare e potenziando un processo fisiologico chiamato “fibrinolisi”, che si innesca per rimuovere placca e grumi dai vasi sanguigni. Altri studi hanno preso in considerazione gli effetti antivirali dell’aglio, compresa l’attività di contrasto all’HIV, come pure il ruolo della pianta nel ridurre il rischio di certi tipi di cancro.

Per liberarsi dell’alito che sa di aglio si può masticare prezzemolo o basilico (Ocimun) di menta (Mentha) o di timo (Thymus).

Articoli che potrebbero interessarti

Nessun commento

Rispondi