Alimentazione

10 buoni motivi per cui è meglio preparare il brodo fatto in casa

31 maggio 2015
brodo vegetale

Tutto fa brodo. É vero!

Si può infatti preparare un ottimo brodo utilizzando semplicemente gli avanzi di verdure che altrimenti andrebbero buttati. Il risultato sarà gustoso, nutriente e per di più sostenibile, consentendoci di ridurre gli sprechi alimentari.

Allora quali sono i motivi che spingono ad acquistare preparati per brodo, piuttosto che farlo in casa da sè?

Sono sicura che in questo momento direte: “Chi ha tutto questo tempo per preparare il brodo!?” E forse starete anche pensando che non è così scontato trovare in frigo avanzi di verdure fresche.

Io che vivo di brodo vegetale fatto in casa, voglio invece sfatare una leggenda urbana: per preparare un buon brodo bastano pochi minuti di preparazione. É sufficiente lavare, pelare e tagliare le nostre verdure, dopodiché il brodo si preparerà da sé, noi possiamo tranquillamente stenderci sul divano e guardare una puntata della nostra sitcom preferita (magari però impostiamo un timer, non si sa mai).

Altra cosa da sapere è che gli ingredienti base del brodo sono pochi e semplici da reperire: cipolle, patate, carote e sedano sono l’ABC del brodo e non possono mai mancare nel nostro frigo. C’è sempre poi la possibilità di rivolgerci al vicino di casa se abbiamo dimenticato di comprare il sedano, una bella occasione per socializzare e fare nuovi incontri.

Veniamo quindi ai 10 buoni motivi per cui preferire il brodo fatto in casa:

  1. Si prepara in poco tempo.

    Già scritto. Ripetiamolo insieme ad alta voce!

  2. É onesto

    Preparare il brodo a casa vuol dire conoscere esattamente gli ingredienti utilizzati, non ci sono ingredienti segreti e misteriosi dal nome sospetto. Tutto alla luce del sole.

  3. É nutriente

    Il brodo vegetale è ricco di sali minerali come calcio e magnesio, indispensabili per il corretto funzionamento del nostro organismo. Perché spendere soldi per integratori, quando possiamo ricorrere a un metodo casalingo sicuro e a basso costo?

  4. É economico

    Le verdure utilizzate per preparare il brodo sono decisamente poco costose. Senza contare sul fatto che possiamo utilizzare anche gli avanzi.

  5. Può essere utilizzato per insaporire le nostre ricette

    Quante ricette richiedono l’uso del brodo per dare più sapore! Se poi il brodo è homemade, darà un sicuro valore aggiunto ai nostri piatti.

  6. … oppure può essere gustato da solo

    Prova ad accompagnare il tuo pasto con una tazza di brodo vegetale. Saporito e salutare!

  7. Può essere conservato in frigo

    Se non riesci a terminare il brodo, puoi conservarlo in frigo e consumarlo entro 1/2 giorni.

  8. É personalizzabile

    A ciascuno il suo brodo: aggiungi le verdure che preferisci per individuare la combinazione che più ti piace. I miei ingredienti preferiti sono: sedano, cipolle, aglio, carote, patate, prezzemolo, pomodorini e zenzero fresco. Potete scegliere il mix che preferite, partendo da carote, sedano, cipolle e patate.

  9. É vintage (per gli amanti del retrò)

    Non è forse vero che il profumo del brodo ricorda odori e sapori genuini d’altri tempi?

  10. E vedi che ti mangi, e vedi!

    Il brodo fatto in casa ha un sapore unico, deciso e genuino. Si possono facilmente riconoscere gli ingredienti utilizzati per prepararlo.

Ora che siamo psicologicamente pronti, vi propongo la mia ricetta base per preparare il brodo vegetale a casa!

Articoli che potrebbero interessarti

1 Commento

  • Rispondi Antonio 24 novembre 2017 at 22:18

    ….. aggiungerei di preparare il brodo vegetale con acqua minerale naturale povera in calcio. …

  • Rispondi